Orata al forno

Di base, quel che serve è il pesce, patate, aglio, olio, sale, pepe e limone; oltre che un forno e una teglia.

Tra le aggiunte, il rosmarino è quasi obbligatorio; alloro in alternativa o rinforzo; oppure prezzemolo. Comune anche l'aggiunta di pomodorini, come pure il versarci sopra un goccio di vino bianco a metà cottura. Meno diffuso l'uso di spolverare il tutto con un po' di formaggio (pecorino).

Accertarsi che il pesce sia eviscerato, e magari anche squamato, per evitare disastri alimentari.

Il forno va preriscaldato a 180 gradi.

Le patate vanno a fette abbastanza sottili sul fondo della teglia, si può decidere se sbollentarle prima per qualche minuto, per ridurre il tempo di cottura al forno, o crude.

Spolveratina di sale e pepe.

Sopra le patate mettiamo il pesce, con in pancia aglio, sale, pepe, limone e, volendo, il rosmarino.

Mettiamo la teglia in forno e lasciamo cuocere per mezz'ora o più (in funzione di come la patata è stata affettata ed eventualmente sbollentate, e della dimensione del pesce - per piccole orate potrebbe essere opportuno accorciare i tempi anche fino al quarto d'ora).

Per evitare che il pesce si asciughi troppo al forno, lo si può avvolgere nella carta stagnola.

Nessun commento: