Confronti impietosi

OK, non é un confronto ad armi pari. Ma non é mica colpa mia se una a Miss Letizia salta in mente di incidere una canzone già nota.

Qui l'originale (All I Want For Christmas is You - Mariah Carey), come si trova su youtube:


E qui la versione di Noemi Letizia, da La Repubblica:

Cultura azionista

A me il D'Alema non é che sia mai stato molto simpatico anche se non é che potessi chiarire bene questo mio sentimento. Era una cosa più di stomaco che ti testa.

I suoi tentativi di fare riforme condivise tra destra e sinistra non mi sembravano necessariamente negativi. E' una operazione che ha un suo senso, soprattutto tattico. Ma il suo modo di approcciare la questione mi ha sempre fatto storcere il naso.

Grazie al cielo la sua ultima uscita su questo punto mi dà il modo di chiarire cosa ne penso nei suoi confronti.

"Certi inciuci farebbero bene al paese" ci dice. A me il termine inciucio mi fa accapponare la pelle. Mi evoca l'idea di un patto sotterraneo tra due parti, poca chiarezza, tanti interessi impliciti. Ma siamo sempre dalle parti dello stomaco.

"C'è sempre stato qualcuno più a sinistra, una cultura azionista che ha sempre contestato questo, da quando Sofri accusa Togliatti di non volere fare la rivoluzione ... questa cultura azionista non ha mai fatto bene al paese". Sofri azionista? L'azionismo sarebbe estrema sinistra?

O D'Alema s'é creato una sua definizione di azionismo o sta creando intenzionalmente confusione per delegittimare chi non la pensa come lui.

E' vero che l'azionismo ha una radice estremista, ma questo risale ai tempi del Mazzini. L'azionismo corrente si riferisce di solito al pensiero di Gobetti e dei fratelli Rosselli.

Se davvero D'Alema pensa che questo azionismo non abbia mai fatto bene al paese, beh, la pensiamo in modo diverso.

Psicometria a Tradate

Purtroppo, o per fortuna, non ci potrò essere. Ma la tentazione di andare a scoprire cosa avranno mai da dire era forte.

Mi attiravano soprattutto di esperimenti di psicometria dell'Eder Lorenzi anche se, parliamoci chiaro, solo a patto che non li si fosse fatti su di me. Perché dell'Eder Lorenzi m'é bastata vedere la foto che mette sul suo sito per farmi rabbrividire.

A suo dire sarebbe un sensitivo, ricercatore scientifico e spirituale. E, a quanto vedo, sarebbe pure un discepolo di tal Sathya Sai Baba. E a me, devo dire la verità chi ha un "Baba" nel suo nome non mi ispira molta fiducia.

Il Giorgio Cozzi, sociologo/psicologo e presidente dell'AISM mi interessava meno. Però ha scritto un libro dal titolo entusiasmante: "Eder: ritratto di un sensitivo".

L'AISM di cui é presidente il Cozzi é una "Associazione Italiana Scientifica di Metapsichica" e ha pure il suo sito web! Pensavo che gli affiliati non avessero bisogno di queste diavolerie tecnologiche per comunicare ma usassero la forza della loro mente. Leggo che l'AISM deriva direttamente dalla SIM (Società Italiana di Metapsichica, fondata per iniziativa di Ferdinando Cazzamalli).

Dunque il Cozzi sarebbe un successore del Cazzamalli.

Per completare il quadro notiamo che il piacevole pomeriggio é presentato da Auram Celesta, il cui sito web mi fa venire i brividi nonostante il riscaldamento sia anche un po' troppo alto. Basti leggere le righe a fondo pagina per spiegare le mie perplessità: "Aurum Celesta non si assume la responsabilità di quanto viene dichiarato nei siti amici linkati e di quanto viene esposto dai relatori nelle proprie conferenze. Ogni affermazione va intesa come il frutto di esperienze e ricerche personali e/o professionali."

Ma tutto questo sarebbe solo colore locale se non fosse che la conferenza ha il patrocinio del Comune di Tradate.

Che vergogna.