Columbus Day

LombardiaPer affrontare un Columbus Day ci vuole del pelo sullo stomaco. Non si sa mai cosa ti aspetta, anche se il tono di sottofondo é una certa benevolenza per quello strano, lontano Paese di cui alcuni presenti hanno un ricordo che risale a decenni prima, o ne hanno solo sentito parlare da genitori o parenti.

Ci sono momenti piacevoli che si alternano a pacchianerie veramente oltre il limite dell'immaginabile. Ma comunque si tratta di rappresentazioni vivaci, anche se spesso lontane dalla realtà.

Una sola eccezione m'é capitato di osservare al generale tono allegro della manifestazione: la sfilata del carro che rappresentava la Lombardia.

Come da foto, si trattava di una criptica scritta cubitale: "e+d+f=Lombardia".

Vien da chiedersi chi sia il genio che ci ha pensato.

A questo punto conveniva non sfilare nemmeno e risparmiare i soldi.

Nessun commento: