Operazione Plutone

Bizzarramente controcorrente, la banda criminale identificata dall'operazione Plutone si riforniva di cocaina e altre sostanze stupefacenti sulla piazza di Milano e le trasportava via auto prese a noleggio a Caltanissetta, dove la roba veniva spacciata.

L'organizzazione é composta prevalentemente da siciliani che si occupavano del trasporto e dello spaccio, mentre solo due persone basate nel milanese sono state correntemente arrestate, si tratta di Antonino Famà e Spiridione Sasso.

Vale la pena di spendere qualche parola su quest'ultimo. Spiridione Sasso, ormai sessantenne, é noto per il suo coinvolgimento in traffici di auto rubate sin dagli anni ottanta, si diceva avesse una relazione con una avvocatessa, e pare che questo gli desse un vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza. Arrestato nell'88, si diede alla latitanza nel 92, quando il suo compare, Adalberto Duzzi, venne beccato per un traffico di auto rubate di lusso che, rubate a Milano, finivano in medio oriente. Francamente, stavano esagerando: al momento dell'arresto erano sul punto di "esportare" una Lamborghini Diablo e tre Mercedes, una 600 12 valvole, una 500 SE e una 420 SE.

Dopo di ciò il Duzzi si é indirizzato verso il traffico di cocaina, ed é stato arrestato per questo motivo nel 98, quando la sua banda - milanese doc - fu colta in flagranza di reato di ritorno dallo shopping in Spagna.

Il Sasso lo hanno beccato per lo stesso motivo in questi giorni.

Nessun commento: