Il controfagotto

Il controfagotto é lo strumento orchestrale che raggiunge le tonalità più profonde. Il suo timbro inconfondibile lo qualifica come strumento di elezione quando si voglia evocare atmosfere tragiche o grottesche.

Nasce come derivazione del fagotto, un secolo dopo ad esso (il più antico controfagotto rimastoci risale al 1714), e fu impiegato per la prima volta da Georg Friedrich Händel, per poi essere utilizzato da Mozart, Weber e da Beethoven, che per primo scrisse una parte appositamente per questo strumento nella sua Quinta Sinfonia.

Nell'immaginario collettivo resta scolpito l'uso che ne ha fatto Paul Dukas ne "L'apprendista stregone".

Per l'uso contemporaneo dello strumento si veda (o meglio, si ascolti) il concerto per controfagotto del finlandese Kalevi Aho.

Nessun commento: