Skhoder & Prince

L'operazione Skhoder non coinvolge direttamente il varesotto, ma é interessante per i nativi (o almeno, io penso che dovrebbe esserlo) perché é nata anche come continuazione della operazione Prince 2005 e di questa fornisce utili spiegazioni.

Conviene quindi per prima cosa rinfrescarsi le idee su Prince 2005, che sarebbe poi l'operazione che ha colpito una banda operante nel tradatese con una serie di arresti eseguiti nel dicembre del 2007.
Si può tuttora vedere il filmato sul sito di Antenna 3 che documenta la conferenza stampa delle forze dell'ordine e si possono leggere nomi e cognomi degli arrestati nella notizia pubblicata da varesenews.

In soldoni, s'é sgominata una banda retta da albanesi che coordinava un buon numero di spacciatori locali per la distribuzione di droga, soprattuto cocaina, nella zona tra Tradate e Malnate.

Skhoder compie il passo successivo, indaga da dove arrivava la droga e come arrivasse nel varesotto. Domenico Salvatore, su Melito On Line, fornisce i dettagli dell'operazione.
Dal Sudamerica la merce raggiungeva l'Albania. Da qui, su gommoni, veniva portata in Puglia e quindi diffusa sul territorio nazionale.

La gestione del traffico era opera di una 'ndrina calabrese, a capo della quale ci sarebbe tale Saverio Magliari di Altomonte (detto "il nonno" o "il baffetto"). Pare che il Magliari avesse l'esclusiva del traffico di droga proveniente dall'Est europeo.
Tra i coinvolti, oltre a calabresi come Luigi Presta ("il nipote", "il grosso") e albanesi come Bashkim Kubazecaj ("il capellone"), anche un greco (Nikolaos Liarakos detto per l'appunto "il greco").

Indagando sui flussi dello smercio si sono identificate gruppi di marocchini, turchi, kossovari, italiani, albanesi. Da notare che in genere i gruppi sono misti, anche se vi é spesso la prevalenza di una etnia.

Lo schema che emerge da queste operazioni é che i veri affari li fanno le mafie organizzate (per droga e prostituzione si parla soprattuto di 'ndrine calabresi) e alle piccole bande locali viene delegata la parte di commercio al dettaglio. Si veda anche l'operazione testuggine, dove i fornitori erano i Morabito e gli spacciatori una composita banda di ex(?)-terroristi e delinquenti organizzati.

Nessun commento: