Nord - Paolo Conte

Può darsi a un ristorante si starà
con gli occhi intorno cerchi... eh, non si sa
fa niente, tanto è un gioco che si fa
stando soli, stanchi e forestieri, ma

guardando fuori un paesaggio avrai
e laggiù montagne languide vedrai
e sempre te ne invaghirai
grande amore e ancora tu le vorrai

Nord, nord, nord
mille e una notte laggiù
luna nel viaggio
tra le aquile

Complesso è questo aroma che ha il caffè
opaco e scintillante ma ormai in te
tostata è tutta l'Africa e gli dei
si divertono e ridono in fondo
in fondo agli occhi di lei

Ad angoli e a spigoli sarà
voluta e construita ogni città
e quadrata ogni nuvola sarà
e il cielo cupo l'ansia degli abissi avrà

E può darsi a un ristorante si starà
con gli occhi intorno cerchi... eh, non si sa
fa niente, questo è un gioco che fan gli dei
e si divertono e ridono in fondo
in fondo agli occhi di lei

Nessun commento: