Rane e ranocchi

Più passa il tempo e più la rilevanza dell'Italia diventa minore.

A ricordarci questa spiacevole situazione oggi arriva il Newseek che pubblica un articolo sui cinquanta potenti planetari.

Il presidente eletto americano, il leader cinese, il francese, i tre governatori del sistema bancario americano, europeo (Trichet, francese) e giapponese, il leader inglese, la tedesca, il russo, l'arabo, l'iraniano, il nord coreano, la potente famiglia americana dei Clinton, il ministro del tesoro americano, il generale americano e un italiana.

Un italiana? Beh, é Sonia Ghandi.

Poi Lula il brasiliano, Kayani il pakistano, al Maliki l'irakeno, Al Nahyan degli Emirati Arabi, eccetera eccetera.

Al trentasettesimo posto il Papa.

Nessun altro che abbia a che fare con il Bel Paese.

Dunque l'Italia é rappresentata da una italiana che ha fatto fortuna in India e da un tedesco che a Roma guida la religione cattolica.

I vari politici nostrani mi ricordano in questo contesto la rana della favola di Fedro che pensa di poter competere con il bue. Millantano amicizie, conoscenze, influenze ... ma quando si guarda davvero quale sia la loro rilevanza, di loro non rimane niente.

Nessun commento: