Trash

Passeggiavo pigramente domenica nel primo pomeriggio per una Tradate abbandonata ai rari perdigiorno (come il sottoscritto), a qualche brutto ceffo, e ad alcune presunte (da me) badanti slave, per fare le foto al mio paesello che si possono vedere nei post precedenti, e meditavo sui festeggiamenti per i cinquant'anni di Tradate città. Arrivato in paese la sera precedente, avevo infatti sentito un tale copiare Fiorello che imitava Frank Sinatra che cantava New York, New York, e avevo appreso che ciò era parte dei suddetti festeggiamente, che comprendevano anche chicche come quella della sera precedente: Ballerine (simil)brasiliane!
Mi chiedevo che senso avesse tutto ciò quando ho visto un accostamento (forse involontario) che mi ha chiarito le idee:

Deve essere la linea ufficiale dell'amministrazione comunale: il paradosso.
Accumulare immondizia in centro città per spingere i cittadini a vedere quanto sia disgustosa e quindi ridurla.
Funzionerà? Io temo che vedere (e sentire, annusare) immondizia, porti all'assuefazione, entri a far parte del nostro panorama visivo (e auditivo, olfattivo) e si finisca per accettarla come normalità.

1 commento:

andrea ha detto...

hanno messo le giostrine in piazza mazzini...;-) magari ci leggono davvero?
interessanti i tuoi ultimi post;-)
a presto
ciao
andrea