Viva la pioggia

Grazie al cielo ieri sera un temporaletto estivo si è abbattuto in prima serata sul mio sonnacchioso paesotto!

In questo modo una qualche manifestazione sonora che era prevista per la serata non s'è fatta. Già avevano provato i bonghi e pure qualche canto, prima che le nubi facessero decidere altrimenti.

A parte la mia allergia per i suonatori di bonghi, mi domando come mai il palco per queste manifestazioni sia piazzato in modo del tutto incongruo proprio di fronte a una formaggeria. Non capisco se lo scopo è far dispetto al formaggiaio o per la sua gioia.

In ogni caso mi parrebbe più opportuno tenere queste manifestazioni in spazi chiusi, tipo un cinema (in modo da far sentire i bonghi solo a chi proprio ci tiene) o più aperti, in un campo sportivo, ad esempio (se ci si aspetta folle di amanti dei bonghi).

Farle sul corso cittadino, a ridosso delle case - e del formaggiaio - mi sembra una soluzione bislacca. Ecco.

Nessun commento: